ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 8 EURO, COSTO CARTACEO 24 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE COMPILA IL MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

ORDINA IL LIBRO "ASSASSINI IN PILLOLE: LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE

Nome

Email *

Messaggio *

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

RIGORE, COERENZA, COSTANZA E AMORE PER SE STESSI

RIGORE, COERENZA, COSTANZA E AMORE PER SE STESSI
Non è uno sfoggio di stile, ma il mio messaggio per tutti Voi. La salute, in Natura, è una cosa scontata. Non si ottiene rimpinzandosi di farmaci, bensì attraverso aria pulita, sole, esercizio fisico all'aperto e un'alimentazione compatibile con l'essere umano. Questa è la potenza dell'alimentazione vegancrudista ad altissimi livelli di frutta. Ora, chi mi chiederà da dove prendo le proteine?

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo dell'Arma dei Carabinieri, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico . The aim of this blog is not to provide medical diagnosis and/or any form of treatment. All the information contained can be used to address your own choices towards a superior and better well-being, with particular attention to the psychiatric field.

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

giovedì 8 dicembre 2016

UCCIDE LA MOGLIE, SOFFOCA IL FIGLIO E SI IMPICCA: LA MAGRA CONSOLAZIONE DI AVERE SEMPRE RAGIONE

DAL CORRIEREMEZZOGIORNO.IT

Strage familiare: uccide la moglie,
poi soffoca il figlio e si impicca
Napoli, il piccolo aveva tre anni. La coppia si stava separando. Un vicino ha trovato 
il cadavere dell’uomo nell’androne del palazzo, gli altri due corpi invece in casa


Strage familiare a Frattaminore, in provincia di Napoli: dove in un’abitazione di via Liguori 51 le forze dell’ordine hanno trovato i cadaveri di un uomo, di sua moglie e del loro bambino. L’uomo si era tolto la vita impiccandosi. Poi ha soffocato il bambino di tre anni prima di ammazzarsi. Le persone decedute sono Gennaro Iovinella, di 50 anni, Caterina Perotta, 40 anni, e il figlio di tre anni. Pare che la coppia stesse attraversando un periodo di crisi, costellato da molti litigi, e si stesse separando. L’uomo è stato trovato impiccato nell’androne del palazzo dove la famiglia abitava. Il corpo senza vita della moglie era invece in casa, con una profonda ferita alla testa, mentre il bimbo sarebbe stato soffocato. Il suo corpo è stato trovato nel letto matrimoniale. Gli investigatori hanno sequestrato un oggetto, un corpo contundente che potrebbe essere stato utilizzato dall’uomo.

Lui era disoccupato
L’ipotesi è che Gennaro Iovinella abbia ucciso moglie e figlio e poi si sia tolto la vita. L’uomo non ha lasciato alcun biglietto. A trovare il suo cadavere è stato un vicino di casa. Iovinella era disoccupato e lavorava saltuariamente. Questa circostanza, secondo quanto si apprende, era all’origine dei litigi all’interno della coppia. Secondo quanto riferiscono alcuni conoscenti, pare che la donna si fosse anche rivolta alle forze dell’ordine, per presentare una denuncia sulle liti con il marito, che però non sarebbe mai stata formalizzata. Il gesto è avvenuto in una palazzina signorile di due piani nel centro di Frattaminore, nei pressi della chiesa di San Maurizio. Il bambino era arrivato dopo che la coppia da anni cercava di avere un figlio.

Aveva interrotto la terapia medica
La donna in passato era andata dai carabinieri per parlare di una convivenza difficile con il marito, per sfogarsi. Lui, invece, era stato in cura da un terapeuta e assumeva dei farmaci. Poi, aveva deciso di interrompere il trattamento. Secondo quanto si è appreso, Caterina sarebbe stata colpita alla testa con una statuetta, che la polizia ha sequestrato. Avrebbe cercato di difendersi, come dimostrano i segni di colluttazione. Il suo corpo è stato trovano nella piccola cucina dell’appartamento, piccolo e curato. I due coniugi, ormai, conducevano una vita da separati in casa: ad aprile era prevista la prima udienza della causa di separazione.

I fratelli dell’omicida-suicida
«Non si era rassegnato alla separazione, voleva che il rapporto andasse avanti, almeno fino a quando Luigi non fosse stato più grande. Non ci sono parole per descrivere quello che è accaduto». Così Agostino e Sofia, fratelli di Gennaro Iovinella, hanno commentato quanto accaduto. Stamattina molti parenti della coppia, sorelle e cognati di lei e di lui, si sono recati nell’abitazione dove è avvenuta la tragedia. Quasi nessuno ha voglia di parlare. Chi li conosceva era a conoscenza dei loro problemi sentimentali e di lavoro.


COMMENTO

Questo piccolo Uomo, senza laurea in medicina e alcuna specializzazione psichiatrica, continua a urlare a gran voce quello che tutti non vedono o fanno finta di non vedere.

Non mi fermerò mai.

MAI!

Pietro Bisanti




mercoledì 7 dicembre 2016

PIETRO, DIMMI COME COMINCIARE A MANGIARE BENE

LETTERA
 
Buongiorno Pietro,

Mi chiamo Luca e le scrivo da Londra. 

Sto ascoltando con grande interesse il suo intervento su Forme d’Onda n.6 con Stefania e Rudi.

Per fortuna non sono coinvolto nel consumo di psicofarmaci, essendomi risolto, da solo, tutti gli ostacoli della mia vita senza nessuno di questi veleni, quindi sono piu’ che altro interessato al suo discorso nutrizionale.

Vorrei pertanto chiederle alcune informazioni, se possibile, riguardo alla sua dieta fruttariana-vegetariana.

Da tempo non mangio quasi piu’ carne e ultimamente neanche piu’ pasta. Principalmente mi sono staccato da questi consumi per motivi etici, dopo aver visto documentari a dir poco sconcertanti e che mi hanno fatto venire la lacrime agli occhi.

Tuttavia mi manca un approccio salutista strutturato e che mi fornisca quello di cui il corpo ha bisogno.

Ho visto il suo enorme blog, ma non riesco bene a capire da dove cominciare per fare questo cambiamento in modo un po’ piu’ radicale.

Le sarei molto grato se potesse darmi indicazioni a riguardo.

Grazie
Cordiali saluti

Luca Biselli

P.S. Mio padre e’ un ex-carabiniere.
 
 
 
RISPOSTA
 
Buongiorno Luca,
e grazie di avermi scritto.
 
Il primo passo è voler cambiare, e lei lo ha fatto.
 
Ora, lei si guardi allo specchio, non per mettersi il gel nei capelli o per farsi la barba...
 
Guardi come è fatto e capirà, senza dubbio alcuno, di non essere un leone, un cane, una mucca o un cavallo.
 
Lei, noi, altro non siamo che primati, scimmie con il pollice opponibile che camminano su due zampe.
 
Se fosse reduce da un disastro aereo, e l'aereo fosse precipitato nella zona della terra dove l'uomo è nato e dove DOVREBBE vivere (intendo la fascia sub-tropicale) ecco che l'istinto le direbbe esattamente di che cosa nutrirsi...
 
Riuscirebbe a catturare una preda e mangiarla cruda?
 
Riuscirebbe a cuocere un piatto di pasta?
 
Riuscirebbe a strizzare le tette di un animale per berne il latte?
 
Le piacerebbe mangiare tuberi e radici tutto il giorno?
 
Si ingozzerebbe di formiche?
 
No, il suo sguardo alla fine si orienterebbe sulla miriade di succosi frutti tropicali che le darebbe sia la gioia che le calorie necessarie per vivere.
 
Quindi, non conta solo che un cibo sia VEGETALE, conta che sia NATO per essere consumato dall'uomo.
 
E questo lo può capire semplicemente dal fatto di poterlo consumare crudo.
 
Semplice, no?
 
Eppure miliardi di persone al mondo si ammalano solo e semplicemente perché vanno contro le normali regole di Madre Natura.
 
Si ricordi che nessun animale sgarra, un leone non verrà a dire di potersi permettere di mangiare una torta alla crema solo perché "è stato bravo tutta la settimana mangiando solo antilopi".
 
L'uomo è l'unico essere vivente che ha talmente stravolto la propria alimentazione da essere arrivato a involversi invece che evolversi.
 
Naturalmente, abbandonare anni e anni di alimentazione errata è un percorso che va fatto con calma e intelligenza, e questo link che riporta a un mio altro articolo potrà essere utile
 
 
Cambi alimentazione. E si salvi la VITA.
 
Avanti così
 
Pietro Bisanti
Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.
 
 


 

MARITO PARANOICO ED ENORMI DUBBI SU QUALE SIA L'ALIMENTAZIONE GIUSTA: ESSERE VEGANI SIGNIFICA TUTTO E NIENTE

Pietro carissimo, ciao e grazie per avermi dato la possibilità di scriverti.

Allora, un tempo mi avevi chiesto perché sono venuta a te.. beh, la prima risposta che mi viene è perché ciò che ci accomuna è la sofferenza per la malattia mentale: io ho vissuto per 12 anni quella di mio marito, siamo passati da uno psichiatra all'altro, faceva la cura ma poi sospendeva, senza però migliorare. Premessa doverosa: è onnivoro e "pasticcivoro", non solo, ma subendo parecchio l'influenza della madre, la stessa continuava a portarlo con sé per farlo mangiare bene, come diceva, a suon di pasta, pane e dolci (e ti ho detto tutto). Gli hanno diagnosticato praticamente di ogni: depressione, disturbo bipolare, schizofrenia, paranoia, ecc. però ti posso garantire che è davvero paranoico, vede e sente cose che non vengono fatte né dette oppure travisa quello che viene detto...praticamente si sente perseguitato dal mondo intero, eccetto i familiari più stretti e cioè mamma, papà e sorella.
 
Dall'ultima crisi di quest'anno, per cui stavo tentando la strada del TSO, si è tolto per l'ennesima volta i farmaci da solo ed ora afferma che sta bene...ascoltandoti sono stata felice di questa sua scelta, perché si è salvato da quei veleni, ma in cuor mio non sono tranquilla: non facendo nessun percorso parallelo, nemmeno alimentare, come è possibile questa guarigione repentina?
 
Ti posso anche dire che, a causa di questa situazione, già diverse volte siamo stati vicino alla separazione....
Fra i farmaci che ha assunto: EN, Depakin, Daparox, Eutimil a rotazione; nella maggior parte erano stabilizzatori dell'umore e ricaptatori della serotonina.

Ora io mi reputo una persona che, con i suoi alti e bassi, ha sempre cercato di "mangiare bene", per questo ho approfondito e seguito la via canonica che mi ha permesso di diventare nutrizionista, alla maniera classica però, ma non per questo mi sento saccente, anzi, vi ho ascoltati con umiltà e messa nuovamente in discussione.
 
Io sono andata e tornata dal veganesimo diverse volte, poi quest'estate passata ho definitivamente scelto, ma essendo un'insicura cronica, mi sono appoggiata ad un collega, il quale mi ha preparato anche un piano di allenamento; come sportiva, seguo un'alimentazione che un po' ricalca la dieta della longevità di Longo, faccio una colazione completa (Budwig), un
pasto leggero con proteine in polvere, latte o yogurt veg e frutta e cena con verdure, olio, semini e una proteina vegetale (tofu o seitan, raramente lupini oppure proteine in polvere ). Una volta a settimana cereali e legumi. Una volta a settimana pasto libero.
 
Come ti anticipavo, vengo da un passato di DCA, dall'anoressia alla bulimia al binge eater disorder ed ora mi è un po' rimasta quest'ansia del mangiare, che mangio troppo, i vari sensi di colpa, ma pur volendo controllare mi ritrovo davvero a concedermi sempre di più di quello che è previsto dal mio piano nutrizionale...

In famiglia cerco di portare molti alimenti vegetali, freschi e cotti, cereali integrali senza glutine, proteine vegetali anche da supermercato (bistecche, wurstel, ecc.), qualche volta legumi, ma continuano ad avere molta fame e cercare latticini e pane, pizze, ecc.
 
Abbiamo letto insieme un testo di igienismo (Costacurta, la Nuova Dietetica) e hanno commentato "sei matta, mai e poi mai, non è vita"!!!! (mio marito ha pure asserito che il suo cervello ha bisogno di tutte le sostanze...).

Ecco. Ora sai tutto o quasi di noi :)
Attendo tue con estrema curiosità.

Grazie ancora, un caro saluto a tutti voi!
 
Lettera firmata
 
 
RISPOSTA
 
Buongiorno Anonima,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi...

Sono stato felice di averti conosciuta di persona durante la conferenza in Toscana e che tu abbia avuto modo di ascoltare quello che ho detto.

Ora, però, è il momento di fare il grande salto... Rispondo a tutti i tuoi quesiti.

Tuo marito ora si trova nella tipica fase di "interruzione farmaci" per cui il suo corpo non è sì gravato dal loro carico tossico giornaliero, ma al tempo stesso, nel suo caso specifico, non ha ancora messo in atto, causa la sua cronicità, alcun procedimento disintossicativo.

Quindi, purtroppo, questo periodo di benessere è destinato a passare molto, molto velocemente, allorquando arriveranno tutti i sintomi disintossicativi e astinenziali.

Ecco perché, lo ribadisco, è sempre opportuno uno scalaggio lento e graduale, unito a un cambio RADICALE e PER SEMPRE della propria alimentazione che, lo ribadirò fino a quando avrò voce, è sempre causa o concausa della miriade di disturbi psichiatrici dei nostri giorni.

L'alimentazione di tuo marito, con altissime percentuali di cereali contenenti glutine, è il miglior modo per autodistruggere la propria salute mentale, soprattutto per quanto riguarda i sintomi della paranoia e delle allucinazioni.

Non credo ai miracoli. E quindi stai in campana, perché la situazione peggiorerà.

Anche nel tuo caso, però, vedo un'alimentazione sì vegana, ma in realtà assolutamente malsana.

Essere vegani significa tutto e niente.

Seitan, tofu, cereali, legumi etc... possono essere dei cibi di transizione prima e di contorno poi, ma fino a quando non si metterà al centro la frutta al suo stato naturale, assieme a un BASSISSIMO livello di grassi, si continuerà a vivacchiare e non a esplodere di salute, come tutti meritiamo.

Io sono qui, pronto a parlare anche con tuo marito dovesse essere necessario.

Forza e coraggio
Pietro Bisanti

Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.
 

 

venerdì 25 novembre 2016

TESTOSTERONE BASSO E CANE PIENO DI DERMATITI NONOSTANTE LA CARNE CRUDA

LETTERA
 
Ciao Pietro, 
ho un problema.
Il testosterone molto basso (quello libero) con scarsa libido, da tutte le parti leggo che la dieta vegana è associata a bassi livelli ormonali per il basso colesterolo 149 che ho e che da problemi nella sintesi del testosterone e della vit d3.
Ho provato con l'attività fisica, la palestra con i pesi ma niente avendo 54 anni sono un po' preoccupato. Ho letto che il colesterolo troppo basso non è buon segno.
Come faccio?
Aggiungo uova bio e sgombro?
Integro la d 3?
Grazie 1000!
Ps
Ho fatto una donazione al blog!👍

Ps.
Che tipo di carne dai ai tuoi cani?
Io ho dato per alcuni mesi carne cruda di pollo, ali, cosce e anche galline intere senza interiora ma il cane aveva la dermatite è il pelo opaco con forfora.
Ora con il mangime all'agnello ha il pelo lucente e nessuna dermatite.
Sono confuso

Inviato da iPhone
 
Lettera firmata
 
 
RISPOSTA
 
Buongiorno Anonimo,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi...
 
Anzitutto, permettimi di dirti una cosa: quanta ansia!
 
Rilassiamoci e capiamo un concetto molto semplice: se facciamo le cose per bene, presto o tardi il corpo ci ricompenserà con la piena e totale salute e, nel tuo caso, anche il vigore sessuale.
 
Io ho il sentore che i casi siano due: o hai cambiato stile di vita da troppo poco tempo, e quindi i risultati debbano ancora arrivare; oppure, non stai facendo le cose per bene.
 
Propendo per la seconda ipotesi, anche alla luce della tua voglia di aggiungere uova bio o sgombro, come se queste sostanze fossero in grado magicamente di fornirti vigore sessuale...
 
A questo punto, perché non una bella telefonata a un cartomante?
 
Devi essere RIGOROSO, e per rigoroso intendo un'alimentazione vegana, con alti livelli di crudismo, senza glutine, con moderatissimo uso di cereali che non lo contengono e legumi, a prevalenza di frutta e a BASSISSIMI livelli di grasso.
 
Sono proprio convinto che tu non sia rigoroso, e che inoltre stia consumando troppo grassi.
 
Prova ad andare avanti nei prossimi mesi aumentando la frutta e togliendo TOTALMENTE olio e frutta secca e vediamo come va...
 
Inoltre, per quanto riguarda il tuo cane...
 
Anche qui, come diamine si fa a pensare che una crocchetta (che di agnello avrà solo il finto odore ricostruito in laboratorio) possa sostituire il cibo principale dei carnivori, e cioè la carne cruda?
 
Hai dato al tuo cane il tempo di adattarsi alla sua nuova, e giusta, alimentazione?
 
Lo sai che la forfora è un normale metodo che l'organismo utilizza per disintossicarsi?
 
Certo è che se interrompi la disintossicazione, ecco che il problema scompare e torna all'interno dell'animale, senza che venga correttamente indirizzato.
 
Infine, oltre all'alimentazione, se non elimini anche tutta la chimica che ritengo tu stia dando al tuo cane (vaccini, antiparassitari, filaria etc...), non andrai da nessuna parte.
 
Quello che ti manca sono PERSEVERANZA e RIGORE. Se credi che una strada sia quella giusta, percorrila fino alla fine senza lamentarti.
 
Grazie per la tua donazione.
 
Forza e coraggio
Pietro Bisanti
Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.
 
 



SE NON SIETE DISPOSTI A CAMBIARE, GIRATE ALLA LARGA DA PIETRO BISANTI

Caro Pietro,
desidero complimentarmi con lei per la sua lezione del 17 aprile 2016 (https://www.youtube.com/watch?v=XIgz3ePiDc4), il cui contenuto condivido in toto.
Anch’io, infatti, sono stato “convertito” diversi anni fa dagli amici (diventati poi carissimi) Marcello Pamio e Valdo Vaccaro, i quali mi hanno letteralmente cambiato la vita, ovviamente in meglio. Tante sono le affermazioni che mi hanno colpito nella sua lezione, in particolare quando dice che non bisogna aspettarsi nulla dagli altri (specialmente da coloro ai quali facciamo del bene – aggiungo io) oppure che se uno ascolta discorsi come quelli che fa lei e in seguito continua imperterrito con le vecchie abitudini, quelle che lo porteranno prima o poi alla malattia e quindi, con l’aiuto dei medici e del farmaci, alla morte (spesso orripilante), ebbene costui ha solo ciò che si merita. Parole sante in entrambi i casi, a mio parere.

Detto questo mi piacerebbe scambiare qualche idea con lei, anche perché ho il doppio dei suoi anni e credo che le mie esperienze rivestano un interesse particolare. Se le fa piacere, dunque, io sono qui: libero e disponibile al confronto.
Con grande stima e amicizia: all’uomo, all’igienista e non da ultimo al carabiniere, certo come sono che lei sia uno dei migliori dell’Arma Benemerita. Suo,
Angelo Zaniol
 
 
 
RISPOSTA
 
Gent.mo sig. Zaniol,
la sua lettera mi è piaciuta, e anche tanto.
 
Non solo per la sfilza di complimenti in essa contenuti, e che so di meritare in quanto mi espongo ogni giorno in prima persona, ma per il fatto che lei abbia colto il messaggio principale delle mie lezioni.
 
La nostra vita è nelle NOSTRE mani.
 
Dobbiamo smetterla di dare la colpa alle ombre. Chiunque voglia cambiare, è il benvenuto; chiunque accampi scuse, è meglio che stia alla larga.
 
Sarò lieto di ascoltare le sue esperienze e di discuterne assieme.
 
Avanti così
Pietro Bisanti


Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.