ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. ORDINAZIONI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM, OPPURE COMPILA IL MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

ORDINA IL LIBRO "ASSASSINI IN PILLOLE: LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE

Nome

Email *

Messaggio *

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

RIGORE, COERENZA, COSTANZA E AMORE PER SE STESSI

RIGORE, COERENZA, COSTANZA E AMORE PER SE STESSI
Non è uno sfoggio di stile, ma il mio messaggio per tutti Voi. La salute, in Natura, è una cosa scontata. Non si ottiene rimpinzandosi di farmaci, bensì attraverso aria pulita, sole, esercizio fisico all'aperto e un'alimentazione compatibile con l'essere umano. Questa è la potenza dell'alimentazione vegancrudista ad altissimi livelli di frutta. Ora, chi mi chiederà da dove prendo le proteine?

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo dell'Arma dei Carabinieri, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico . The aim of this blog is not to provide medical diagnosis and/or any form of treatment. All the information contained can be used to address your own choices towards a superior and better well-being, with particular attention to the psychiatric field.

venerdì 16 settembre 2016

GLUTINE E LATTOSIO POSSONO CAUSARE ANSIA E TACHICARDIA?

LETTERA
Ciao Pietro ho dato un'occhiata alle cose che hai scritto e condivido pienamente.
Soffro di tachicardia e indigestione, ho fatto delle prove e ho tolto degli alimenti come zuccheri, lieviti e glutine, sto molto meglio ma voglio capire come difendersi da questi assassini.

Allora ti spiego i sintomi più gravi, indubbiamente la tachicardia che ogni volta che la ho avuta avevo un'indigestione, e poi soffro di reflusso esofageo. 
Fatta l'ecografia al fegato, ho rilevato fegato ingrossato e grasso ma vie biliari pulite. Il colon rimane gonfio d'aria.

Ho letto il libro di Panzironi "Vivere fino a 120 anni", quindi ho tolto il lattosio e il glutine e zuccheri. Sono dimagrito 5 kg senza fare attività fisica, purtroppo non ho più reflusso ma a volte mi sento un po' di ansia, ma sto molto meglio.

Ti chiedevo, possibile che i sintomi e soprattutto la tachicardia sia legata al glutine e lattosio? 
Ho fatto anche le analisi per il glutine e intolleranza lattosio e non è emerso niente di importante, solo un po' di intolleranza al lattosio. Cosa ne pensi?

Visto e considerato che altre persone hanno gli stessi problemi e ho notato che le multinazionali stanno correndo ai ripari, come la Barilla e altre marche stanno facendo linee senza glutine e tutti per i latticini senza lattosio mi pongo il problema. Cosa ne pensi?

Grazie

Firmato Lanfranco


RISPOSTA

Buongiorno Lanfranco,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi...

Ora cercherò di farti ragionare tramite logica e deduzione, e non attraverso lauree e titoli di studio.

Se tu ti trovassi nudo in una foresta, con solo il corpo che ti ha dato Madre Natura, verso quale cibo ti indirizzeresti?

Mangeresti una carcassa in putrefazione? Mangeresti un animale crudo? Ti attaccheresti alle tette di un animale per succhiargli il latte (e dovresti trovarlo proprio nel periodo in cui sta allattando il proprio piccolo, perché, sembra banale ma lo ricordo, I MAMMIFERI FANNO IL LATTE SOLO QUANDO PARTORISCONO)? Ti metteresti una spiga di grano in bocca e la masticheresti?

Niente di tutto questo. Mani, vista a colori e olfatto ti porterebbero verso il cibo nato per l'Uomo: la frutta.

Questo per farti capire che la risposta alla tua domanda è: SI', il glutine e il lattosio sono gli alimenti peggiori che un essere umano possa consumare, e una volta ingeriti causano una MOLTITUDINE di disturbi mentali e fisici.

Non serve fare esami per capire se si è intolleranti o meno: sono veleno, e come tale vanno estromessi dall'alimentazione umana.

Non so se tu stia assumendo psicofarmaci, ma, come sempre, questo è il piano di battaglia:

1) Acquistare immediatamente il mio libro "Assassini in pillole: la Psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere". Non divento certo ricco vendendoti un libro, ma a te permetterà di capire finalmente in chiave igienista come funziona il corpo umano e come lo si mantiene in salute.

2) Leggere ATTENTAMENTE questo vademecum che spiega ESATTAMENTE come ripristinare la salute quando si è in terapia psichiatrica http://pietrobisanti.blogspot.it/2015/12/come-ci-si-disintossica-dagli.html, e potrai seguire il piano alimentare ivi esposto.

Io ci sono
Pietro Bisanti


Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.



UNO SPROPOSITO DI PSICOFARMACI: MA I "FESSI" SIETE SEMPRE VOI CHE VI SPARATE I CANNONI

LETTERA

Salve Pietro, per un trauma partito 4 anni fa da un PC spiato e danneggiato da dei bastardi, mi sono trovato con una crisi psicotica che è andata via via peggiorando, con dello xanax, tranquirit, e svariate medicine,antidepressivi, che non placavano questa agitazione, con 
insonnia, etc....


Non so se abbia potuto incidere anche la sospensione di hascish che facevo ad avermi dato sintomi simili come insonnia cronica e depressione, ero distrutto, e sempre più agitato più passava il tempo.
 
Avevo vuoti di memoria, confusione, e altro ancora, ora mi ritrovo con una dipendenza da rivotril.


Ho parlato con il medico che quando gli parlo che dopo anni di assunzione oramai, c'è la tolleranza, l'assuefazione e la dipendenza e astinenza i giorni dopo.
Quando non lo prendo praticamente sclero male, tutto questo quadro si e' scatenato intorno al 20 agosto, mi sono reso conto sia del PC controllato, perché la webcam si accendeva da 
sola, e poi ho sospeso l'hascish, con sintomi astinenziali, ma credo che lo spavento sia giunto più per il PC.

Ho provato tante terapie e non mi sono più sentito normale come prima, se può darmi una mano, la prego di rispondere alla mia mail.

Tuttora, a distanza di 4 anni, mi trovo con poca memoria, un umore pessimo, scarse energie psicofisiche, fumo sigarette, non ascolto più musica,ed ero un musicista, stavo finendo un cd prima che mi manomettessero il pc, dove avevo tutti i miei progetti musicali, e' come se mi fossi 
depersonalizzato, non riesco a riprendermi, vuoti di memoria di questi 4 anni dove ho provato varie terapie quali zoloft, sempre agitato, depakin più seroquel, litio, abilify, tutti gli antidepressivi in commercio, che mi davano più agitazione di quando fumavo, in cui ero tranquillo, ricordavo tutto e non avevo nessun sintomo, né depressivo, né agitato.


Il caffè mi fa male, anche se provo a bere una birra sto male, mi sento lontano dalla mia forma 
psicofisica, non si e' indagato sulla causa scatenante ma solo su quella farmacologica.

Vorrei tornare quello di quattro anni fa, ho trentadue anni, e ho subito uno shock.
Grazie e aspetto sue risposte
Lettera firmata


RISPOSTA

Buongiorno Anonimo,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi...

Si prepari, perché la tratterò male, anzi malissimo. Se si offende, si consideri alla stregua di un bambinello immaturo, perché tutto quello che le scriverò sarà solo a fin di bene.

Lei è un idiota, senza se e senza ma.

Nonostante le canne siano state la causa di tutto, le continua a difendere a spada tratta.

Lei è convinto che il suo PC sia spiato, quando questa è un'assurdità frutto della sua mente, ormai obnubilata da cannabinoidi, psicofarmaci e sigarette.

Lei si chiede il perché stia male, quando lo capirebbe anche un bambino dell'asilo: ha trattato (e sta trattando) il suo corpo come un sacco dell'immondizia, e pensa che la ripaghi con lucidità, salute e vigore?

Piantiamola, una volta e per tutte, di pensare che le canne siano solo un piacevole passatempo: distruggono il cervello di chi le assume, causando psicosi, depressioni, perdite di memoria, mancanza di voglia di fare.

Ora, tornare indietro non sarà facile, ma a 32 anni provarci è il minimo che lei possa fare.

Questo è il piano di battaglia


1) Acquistare immediatamente il mio libro "Assassini in pillole: la Psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere". Non divento certo ricco vendendole un libro, ma a lei permetterà di capire finalmente in chiave igienista come funziona il corpo umano e come lo si mantiene in salute.

2) Leggere ATTENTAMENTE questo vademecum che spiega ESATTAMENTE come ripristinare la salute quando si è in terapia psichiatrica http://pietrobisanti.blogspot.it/2015/12/come-ci-si-disintossica-dagli.html, e potrà seguire il piano alimentare ivi esposto.

Io ci sono
Pietro Bisanti


Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

giovedì 15 settembre 2016

"ABUSO" DI KENACORT E SINDROME DI CUSHING, "CURATI" CON XANAX ED ENTACT: MEDICI, SVEGLIATEVI!

LETTERA
Caro Pietro ti scrivo da **** e per caso o per benedizione di DIO ho visto un tuo video grazie x l'amicizia di fb.
Io sono un musicista batterista o almeno lo sono stato fino al 2012 quando ho avuto una sindrome di cushing provocata da un'assunzione di kenacort prescrittami da un ortopedico ke pur di spillarmi soldi continuava a darmi farmaci x la mia ernia l4 l5 s1 con retrolistesi e impedendomi di muovere le gambe dato ke il nervo sciatico era strozzato!

Conclusione io ne feci un abuso puoi immaginare il dolore e la frustrazione….22 gamba dx gluteo 4 volte alla colonna vertebrale tendini mano gomito etc volte operato e con rischio di amputazione della gamba xke il farmaco si era bloccato nel gluteo e nella gamba ed era pieno di stafilococco aureo l'inferno!

Se tu mi chiedessi come va?..non ti risponderei BENEEEE come fanno le persone sotto psicofarmaci, ma ti rispondo che va male molto e voglio uscirne e la tua storia mi ha dato la forzami dicono ke sono forse l'unico sopravvissuto ad una malattia del genere, il gluteo è stato asportato nn del tutto ma dimesso e superato il tutto mi porto dietro tutti i problemi di quella malattia.

Mi misero sotto xanax 20 mattina e 20 sera ed entact 10! xke iniziai cn attacchi di panico e ansia col tempo sono riuscito a capire che erano i costanti pensieri ed il corpo distrutto a farmi pensare di continuo alle stesse cose e veniva ansia ad una minima cosa!

Man mano non fidandomi più dei medici iniziai a scalare adesso sto a 5 al mattino e 5 alla sera ma nn voglio più usare questo schifo!…nel frattempo restava il grande problema alla schiena e nn ti dico a **** quasi mi volevano mettere in sedia a rotelle …fino a quando ho conosciuto il dott ***** che in microchirurgia mi ha impiantato il titanio e riallineato la schiena anche se il nervo fa ancora i capricci causa di una cicatrice che lo impronta, ma poteva capitare!

Sono sempre stato uno sportivo palestra corretta alimentazione se così la possiamo chiamare ma adesso ho sentito qualcosa dentro ed è arrivato il momento di riprendere le redini in mano xke sono morto dentro e fuori sono sempre depresso xke nn riesco a ricondizionare il fisico…

Questa spinta me la hai data tu con le tue parole in un video di aprile…e ti ringrazierò sempre e spero presto di poterlo fare in pubblico! Adesso faccio cortisone alle mani ma ho quasi terminato e spero di poter suonare presto x adesso voglio solo ritornarmi a svegliare presto e fare tanto sport come una volta e nn stare mai fermo ma mi alzo sempre stanco e spesso ho voglia di piangere e spesso di esplodere in furia questo credo sia quello schifo di xanax!

Vorrei essere aiutato se ti farebbe piacere vorrei iniziare una nuova alimentazione e vorrei togliere x sempre quello schifo di xanax ….ed una nuova vita …..con affetto e stima.

A presto e grazie di cuore!


Lettera firmata


RISPOSTA

Buongiorno Anonimo,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi...

Benvenuto nel girone infernale della gloriosa e meravigliosa medicina allopatica, che, a suo dire, cura e guarisce noi poveri esseri umani da tutto il flagello di patologie che ci affligge ormai senza sosta.

La mia non è una crociata contro medici e Medicina, bensì la constatazione che tale pratica abbia ormai trasceso da ogni buon senso.

Oggigiorno l'essere umano non esiste più, così come non viene lontanamente presa in considerazione la capacità di autoregolazione e autoguarigione insita in ognuno di noi.

Siamo l'unica creatura sulla faccia della terra che sembra non poter sopravvivere senza una moltitudine di sostanze chimiche stroncasintomo che altro non fanno se non tenere il malcapitato di turno in una perenne condizione di malessere.

L'Universo benedica il pronto soccorso e la chirurgia ricostruttiva e riabilitativa, ma maledica tutte le branche della Medicina ove si continuano a prescrivere farmaci su farmaci senza mai voler arrivare ad estirpare alla radice la vera causa del problema.

La tua situazione ne è un esempio lampante... ti dicono che hai la sindrome di Cushing perché devono dare per forza un nome a un sintomo, che altro non è che la conseguenza delle terapie farmacologiche a cui ti hanno sottoposto, unita alla tua scriteriata alimentazione.

Io me ne fotto altamente delle etichette: "bipolare", "depresso", "diabetico", "canceroso"... per me la soluzione è e rimane una sola, e cioè il totale riequilibrio del corpo umano attraverso alimentazione impeccabile, aria pulita, sole e movimento fisico.

Sembra una soluzione banale? Lo è, eppure le persone pensano ancora che sostanze velenose inserite nel proprio corpo possano guarirle...

Questo non succederà mai e poi mai...

Si può ottenere dai farmaci un illusorio e breve senso di benessere, chimicamente indotto. Ma il conto da pagare sarà sempre pesante e, presto o tardi, arriverà.

Quindi, il tuo piano di battaglia si chiama alimentazione vegana, crudista quanto basta, a ZERO glutine, con pochissime concessioni di cereali che non lo contengono e di legumi, a bassissimo livello di grassi.

Questo, unito allo scalaggio lento e graduale dei farmaci che assumi, è l'unico modo logico e coerente che io conosca per tornare in salute.

E questo lo pensa molta altra gente che, scappando dai propri medici, viene a chiedere consiglio a questo piccolo Uomo, che medico non è.

Infine,

1) Acquistare immediatamente il mio libro "Assassini in pillole: la Psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere". Non divento certo ricco vendendoti un libro, ma a te permetterà di capire finalmente in chiave igienista come funziona il corpo umano e come lo si mantiene in salute.

2) Leggere ATTENTAMENTE questo vademecum che spiega ESATTAMENTE come ripristinare la salute quando si è in terapia psichiatrica http://pietrobisanti.blogspot.it/2015/12/come-ci-si-disintossica-dagli.html, e potrai seguire il piano alimentare ivi esposto.

Io ci sono
Pietro Bisanti


Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

lunedì 12 settembre 2016

POCHI TIRI DI CANNA E MI SONO FOTTUTO DA SOLO IL CERVELLO

LETTERA
Salve signor Pietro
Mi chiamo Marco, ho 28 anni.
Mi scuso se la disturbo.
Praticamente circa tre mesi fa ho fatto pochi tiri in una canna (cosa che ho fatto pochissime volte in vita mia) mi sono sentito male per tutta la giornata.
Il giorno dopo mi sono svegliato diverso e  per qualche mese ho avuto  sintomi di derealizzazione poi spariti da soli..
Il problema che ancora non mi sono ripreso mi sento come depresso affaticato, non sono come prima.
Lei che mi consiglia?
Grazie anticipatamente 
Lettera firmata
RISPOSTA

Buongiorno sig. Marco,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi...

Trattate il vostro corpo come una latrina dell'immondizia ed esso vi restituirà solamente fetore e malattia.

Trattate invece il vostro corpo come una reliquia ed esso vi restituirà forza e vigore mentale.

Cosa significa tutto questo?

Semplice, la marijuana, soprattutto quella "moderna", è e rimane una mostruosa porcheria, capace di distruggere la salute mentale di chi la assume.

Anche un solo tiro può causare pesanti ripercussioni, che durano a volte mesi, o anche anni.

Ora il suo sistema nervoso ha subito un colpo, uno shock...

Un po' come dare una botta a un televisore.

L'unica cosa da NON fare è correre dallo psichiatra, che altro non farebbe se non imbottirla di farmaci che la distruggerebbero per sempre.

Tenere BENE in mente che questi sintomi sono transitori, e passeranno.

Ma bisogna assolutamente stare lontano da qualunque tipo di droga (alcol e sigarette inclusi).

Inoltre, prenda spunto da questa situazione per virare nettamente verso un'alimentazione finalmente CONSONA al nostro disegno antropometrico, e cioè quella vegana, crudista quanto basta, a ZERO glutine e a bassissimo tenore di grassi.

Questo le permetterà, da un lato, di ottenere la sparizione della sintomatologia in atto in un periodo molto più breve e, dall'altro, di impostare un piano di salute e vigore che durerà TUTTA LA VITA.

Infine,

1) Acquistare immediatamente il mio libro "Assassini in pillole: la Psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere". Non divento certo ricco vendendole un libro, ma a lei permetterà di capire finalmente in chiave igienista come funziona il corpo umano e come lo si mantiene in salute.

2) Leggere ATTENTAMENTE questo vademecum che spiega ESATTAMENTE come ripristinare la salute quando si è in terapia psichiatrica http://pietrobisanti.blogspot.it/2015/12/come-ci-si-disintossica-dagli.html, e anche se non deve scalare farmaci, potrà seguire il piano alimentare ivi esposto.

Io ci sono
Pietro Bisanti


Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

NOVE ANNI DI CURE... CHE NON SERVONO PROPRIO A UN CAZZO

LETTERA

Salve Bisanti, 
La contatto per avere maggiori chiarimenti riguardo il fatto di uscire dall'assunzione di psicofarmaci da ormai 9 anni, ora in cura per disturbo bipolare e depersonalizzazione.
Ho timore di perdere il posto di lavoro per le troppe assenze ma sono arrivato al punto di decidere per il mio futuro e lo voglio senza queste schifezze. So che il percorso e tortuoso ma adesso ho un po' di forze. 
La saluto.
Lettera firmata
RISPOSTA
Buongiorno Anonimo,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi...

Se lei è "arrivato a me" significa che dottori plurilaureati e iperspecializzati non hanno né risolto né migliorato la sua "malattia". E lo sa perché?

Perché, per quanto le abbiano affibbiato addosso una bella etichetta (in questo caso "bipolare con depersonalizzazione") in realtà lei non ha nessuna malattia.

Il suo corpo, attraverso la sintomatologia iniziale, le aveva inviato un bel segnale, che doveva essere compreso, ascoltato e risolto alla radice.

Sopprimere i sintomi, come ha fatto lei, attraverso una terapia di tipo psicofarmacologico, oltre a non aver estirpato le vere cause, l'ha pesantemente intossicata, praticamente aggiungendo un problema sull'altro.

Se le famose "cure" curassero veramente, lei ora sarebbe Superman per quanti farmaci ha assunto.

Invece, dato che la chimica mai e poi mai potrà interagire con i mali dell'animo umano, si ritrova completamente a pezzi.

Questo anche perché nessuno le ha mai minimamente accennato al fatto di quanto corpo e anima (e soprattutto intestino e anima) siano intimamente collegati.

In pratica, la maggior parte dei disturbi mentali derivano NON da un problema di tipo psicologico, bensì da uno squilibrio organico che ha come primo colpevole la schfosissima e sbagliatissima alimentazione moderna.

E' ora di fare le cose sul serio.

Questo è il piano di battaglia.

1) Acquistare immediatamente il mio libro "Assassini in pillole: la Psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere". Non divento certo ricco vendendole un libro, ma a lei permetterà di capire finalmente in chiave igienista come funziona il corpo umano e come lo si mantiene in salute.

2) Leggere ATTENTAMENTE questo vademecum che spiega ESATTAMENTE come ripristinare la salute quando si è in terapia psichiatrica http://pietrobisanti.blogspot.it/2015/12/come-ci-si-disintossica-dagli.html, e potrà seguire il piano alimentare ivi esposto.

Io ci sono
Pietro Bisanti


Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.